Special Events – THANKSGIVING

Il Giorno del Ringraziamento

 

 

 

Ciao a tutti,

come va??

Per tutti i miei amici Americani anche se in ritardo: “Felice giorno del Ringraziamento!”

Solo per i miei amici Americani perché come ben sapete in Italia, non festeggiamo il giorno del Ringraziamento!

Bene, iniziamo con alcuni aggiornamenti:

  • Appunto, Il Ringraziamento è stato fantastico, siamo andati in California per festeggiarlo con amici e parenti di Sofia. Cosa posso dire, abbiamo mangiato tantissimo, o meglio, troppo, ma in mia difesa devo dire che la crostata di mele era così buona da non poter dir di NO! La sto ancora sognando!!!
  • Scuola e studio Montessori – Sono stata in vacanza per 4 giorni e devo ammettere che è stato bello tornare a scuola e rivedere i miei piccoli studenti. Lunedì è stato anche un giorno abbastanza importante per me. Ho avuto la mia prima “supervisione” dalla mia scuola di formazione. Per 1 ora circa, una signora è venuta a osservarmi in classe, non solo mi ha osservato mentre insegnavo ai bimbi, ma ha anche osservato quello che noi Montessoriani chiamiamo “circolo” (Il circolo è un momento in cui la comunità della classe si riunisce e si saluta a vicenda. È anche un momento in cui l’insegnante potrebbe rivedere dei concetti come il calendario, l’ora o introdurre una nuova lezione di gruppo.)

Com’è andata? – Penso abbastanza bene! Io mi sono detta che l’unica cosa che potevo fare era essere me stessa, e devo ammettere che forse questo consiglio ha funzionato alla grande!

Ma ora parliamo del post di oggi.

Anche se il giorno del Ringraziamento era giovedì scorso, ho comunque voluto scrivere questo post per condividere con voi la storia che c’è dietro questa festa.

  • Il Ringraziamento, o Giorno del Ringraziamento, è un giorno festivo celebrato il quarto giovedì di novembre negli Stati Uniti. È nato come festival del raccolto. Il Ringraziamento è stato celebrato a livello nazionale a partire dal 1789 dopo che il Congresso ha richiesto un proclama da parte di George Washington. E ‘stato festeggiato come una festa federale ogni anno dal 1863, quando, durante la Guerra Civile Americana, il presidente Abraham Lincoln proclamò una giornata nazionale di “Ringraziamento e lode al nostro Padre che vive nei Cieli”, da celebrare l’ultimo Giovedì a novembre. Insieme al Natale e all’anno nuovo, il Ringraziamento fa parte delle più ampie festività autunnali / invernali negli Stati Uniti. L’evento che gli americani chiamano comunemente “Primo Ringraziamento” è stato celebrato dai Pellegrini dopo il loro primo raccolto nel Nuovo Mondo nell’ottobre del 1621. Questa festa durò tre giorni e, come spiega il partecipante Edward Winslow, parteciparono 90 nativi americani e 53 pellegrini. C’è da dire che i coloni Inglesi erano abituati a celebrare regolarmente “ringraziamenti” – giorni di preghiere ringraziando Dio per benedizioni come la vittoria militare o la fine di una siccità.

Sembra proprio quindi, per farla in breve che la festa provenga da un gruppo di persone dell’Inghilterra (i Pellegrini) che hanno deciso di viaggiare per cambiare la loro vita approdando negli Stati Uniti. Ricominciando tutto da capo, diventano amici dei nativi del paese, celebrando il  tutto con una festa che verrà chiamata in seguito “Il giorno del Ringraziamento”.

Non penso sia importante sapere se si tratti di una storia vera o meno, ciò che è veramente importante è che quel giorno è diventato un giorno per stare insieme, per celebrare e essere grati.

Concluderò il mio post con alcune frasi di “ringraziamento” dei miei piccoli studenti, solo per farvi sorridere un po’ e ricordarvi ancora una volta, quanto semplice, genuino e meraviglioso sia il mondo dei nostri bimbi.

Io: E allora, per cosa sei grato?

Studente 1: Sono grato perché domani non vado a scuola.

Studente 2: Sono grato perché domani posso dormire.

Studente 3: … perché mangerò un sacco di dolci.

Studente 4: … perché verranno i miei nonni a casa mia.

Studente 5: … perché festeggerò con tutta la mia famiglia.

Studente 6: Perchè… non lo so… mmm… sto pensando… perchè… mmm … non saprei….

RIIIIIIIIIIIIIIIING

Studente 6: OH! La campanella! E’ ora di andare a casa!

Studenti: Grazie, Miss.Federica, Happy Thanksgiving!

Io: BUON GIORNO DEL RINGRAZIAMENTO A TUTTI VOI!

Bacio da Kika.

2 thoughts on “Special Events – THANKSGIVING

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *